Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.
Facebook Twitter
Santo del giorno: 22 Ottobre - Santa Maria Salomé (madre degli apostoli Giacomo e Giovanni)

ANTEPRIMA "SEGNO"

IL MONASTERO DI SAN MICHELE
ARCANGELO – ISOLA DI SIMI
di Sandro Mancinelli

Sette punti della terra, su cui sorgono sette santuari dedicati all’arcangelo Michele, formano, se uniti, quella che è nota come la linea sacra di san Michele.
Questi luoghi sono Skellig Michael (Irlanda), St. Michael’s Mount (Cornovaglia), Mont Saint-Michel (Normandia – Francia), La Sacra di San Michele (Piemonte – Italia), San Michele (Monte Sant’Angelo – Puglia – Italia) e prima di giungere al Monte Carmelo (Israele) troviamo come penultima tappa di questa linea retta il monastero di san Michele arcangelo a Simi, in Grecia.

IL CULTO DEGLI ANGELI
Il monastero di san Michele arcangelo, a Simi, con la sua grandiosa icona in argento massiccio, è una delle principali mete di pellegrinaggio del Dodecaneso.
Nei primi secoli del Cristianesimo, come apprendiamo dalla lettera di san Paolo Apostolo ai Colossesi, in Frigia, Asia minore, fiorì il culto degli angeli. Sotto la sua influenza, ci fu anche a Simi un periodo di devozione locale per questi spiriti celesti.
Non è un caso che oggi sull’isola ci siano nove monasteri dedicati a san Michele arcangelo che corrispondono ad altrettanti ordini angelici. Il maggiore di essi è quello di Panormiti, sulla punta meridionale dell’isola e costruito nella parte più interna della splendida baia di Panormos da cui ha preso il nome.

L’ICONA MIRACOLOSA
Secondo la tradizione, la Chiesa fu costruita in quel luogo dopo che Maria di Protinoiu, una cittadina di Simi, mentre scavava, trovò una piccola immagine di san Michele Arcangelo: fu in seguito a questo evento che venne costruito il primo santuario.
Quello attuale fu edificato nel 1783. La preziosa icona miracolosa dell’arcangelo, con il suo involucro scolpito nell’argento, incute soggezione per la sua maestosità.

 

CONTINUA... 

 

LEGGI IL SEGUITO SU IL SEGNO DEL SOPRANNATURALE N. 375 – SETTEMBRE 2019 

Logo Edizioni Segno

EDIZIONI SEGNO - Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729 - P.IVA 02485510305

Copyright © 2019 - Tutti i diritti sono riservati - Web design by nicolagiornetta.com

Condizioni di vendita - Informativa sulla privacy