Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.
Facebook Twitter
Santo del giorno: 23 Settembre - San Padre Pio da Pietrelcina

ANTEPRIMA "SEGNO"

 

ANTEPRIMA
 
uomini e donne di fede
La venerabile Consolata Betrone, mistica e anima vittima
 
NASCITA E GIOVENTÙ
Suor Consolata Betrone nacque a Saluzzo, Italia, il 6 aprile 1903, con il nome di Pierina Lorenzina Giovanna Betrone. Era la figlia di Pietro Betrone e Giuseppina Nirino, che erano proprietari di un panificio a Saluzzo, che in seguito diventarono gestori di un ristorante ad Airasco (Torino).
Pierina era la seconda di sei figlie nate dal secondo matrimonio del padre.
Nulla nella sua infanzia e nel suo background poteva far presagire che questa giovane ragazza sarebbe diventata una delle anime vittime amate da Gesù. Sembrava vivere un’infanzia normale fino all’età di 13 anni, quando un giorno straordinario nostro Signore gettò il suo sguardo amorevole su di lei. Accadde così che mentre si affrettava a fare le sue commissioni in paese, inaspettatamente, un’intensa preghiera uscì improvvisamente dal suo cuore: “Mio Dio, ti amo!” e un insolito fervore spirituale la invase. Fu l’inizio delle sue straordinarie esperienze con il Signore.
L’8 dicembre 1916, festa dell’Immacolata Concezione, Pierina si dedicò alla Vergine. Dopo aver ricevuto la Santa Comunione, sentì distintamente dentro di sé le parole: “Vuoi essere mia?”.
Profondamente commossa da questa grazia straordinaria, pianse con lacrime di commozione e, senza comprendere la portata della domanda, rispose: “Sì” a Gesù, affidandosi a Lui.
Con il passare delle settimane e dei mesi, Pierina cominciò a sentire che Dio la chiamava alla vita religiosa. Nello stesso periodo, e continuando per diversi anni, iniziò un periodo di dubbi spirituali, aridità e tentazioni, che sicuramente furono mandate dal Signore per purificare la sua anima. Nostro Signore la condusse prima nel deserto spirituale per prepararla alla sua missione di anima vittima.
 
Continua su Il Segno del soprannaturale n. 399
 
 
 

 

 

 

Logo Edizioni Segno

EDIZIONI SEGNO - Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729 - P.IVA 02485510305

Copyright © 2021 - Tutti i diritti sono riservati - Web design by nicolagiornetta.com

Condizioni di vendita - Informativa sulla privacy